Carlo, operatore socio sanitario “l’infermiere può sostituire gli OSS dove purtroppo mancano, l’OSS non può sostituire per legge l’infermiere”

Sono un OSS e lavoro in corsia da quasi 35 anni, nell’era glaciale spesso ho sostituito l’infermiere, appunto era un’altra epoca!

Epoca in cui si chiudevano tutte e due gli occhi, ed ovviamente parlare poco e lavorare! Oggi tutto è cambiato l’infermiere può sostituire gli OSS dove purtroppo mancano (i pz. devono pur essere assistiti) l’OSS non può sostituire e quindi per legge non deve sostituire l’infermiere.

Quindi questa legge regionale deve MORIRE SUL NASCERE!

Io se volevo fare l’infermiere continuavo con gli studi! L’OSS non è un OPERATORE SANITARIO! ma un OPERATORE SOCIOSANITARIO.

Da anni stiamo lottando per la nostra area di appartenenza, dove le nostre competenze iniziano dall’assistenza di base, al sociale a tecniche infermieristiche, tutto ciò deve avvenire solo contrattando (sindacati, associazioni/federazioni oss, opi e politici di categoria) sui tavoli tecnici ministeriali, creando istituti di formazioni unificati sul tutto il territorio nazionale e gli allievi devo possedere la maturità!

Ovviamente rivedendo e aggiornando i contratti con avanzamenti di carriera (categoria C), con le nostre competenze senza intaccare quelle infermieristiche! Questo sarebbe il futuro dell’operatore socio sanitario, un professionista con 1800 ore di studio, un suo albo, autonomia e responsabilità a se; poi diciamoci la verità l’oss è di grande aiuto all’infermiere.

Ovviamente anche la crescita dell’infermiere con più competenze anche di tipo mediche o dirigenziali.

Facile creare un OSS SUPER “MARIO”, senza soldi e tutto fare… fermate il Veneto!

Redazione OssNews24

#OSSnwes24 - OSS - operatore socio sanitario

Clicca MI PIACE sulla nostra pagina:
https://www.facebook.com/OSSnews24


"Seguici sul canale OSSnews24":



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.