Movimento Giovani Fials: non più prigionieri delle aziende

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato del Movimento Giovani Fials


il Movimento giovani Fials “libera” i 14 operatori sociosanitari che avevano partecipato al bando di moblità indetto dall’ASL di Salerno e che non erano ancora riusciti a ottenerne l’attuazione. 
A partire dal 1 luglio, infatti, l’amministrazione dell’AORN Cardarelli concederà i nulla osta in uscita ponendo così fine al “tabù” creatosi negli anni a causa dell’insufficiente numero di persone in servizio.
E dunque oggi necessario, in tale contesto chiedere il rimpiazzo delle unità uscenti attraverso un ulteriore scorrimento della graduatoria Oss del concorso indetto dal Cardarelli.

Ricordiamo che Il Movimento Giovani Fials, chiedeva:
           
TEMPI PIÙ CELERI per il rilascio dei nulla osta in uscita da parte delle aziende!

Nella fattispecie chiedevamo di:

-definire i tempi di rilascio dei nulla osta in uscita per gli OSS che hanno partecipato alla procedura prevista dal bando di mobilità volontaria indetta dall’ASL di Salerno. 
-Il risultato è stato ad oggi raggiunto grazie anche alla fiducia e all’impegno dei lavoratori.

-garantire in linea generale maggiore attenzione alle procedure di mobilità, ivi inclusa quella per compensazione.


Ad oggi si sta procedendo anche grazie all’attenzione da parte degli uffici amministrativi nei confronti dei lavoratori.

L’intenzione dei Giovani del Movimento Fials di liberare quei lavoratori schiavi dei lunghi spostamenti  affrontati ogni giorno prima e dopo il turno lavorativo, si è realizzata.

Oggi, ai tempi del Covid-19, in seguito alla “stretta” da parte dei governi e alle politiche di spending review, si è creata una situazione di notevole squilibrio: se alcune aziende non possono assumere e quindi si trovano costrette a “bloccare” i dipendenti, a cui non possono concedere la mobilità, altre, principalmente del Centro/Sud, sono obbligate ad assumere personale per risolvere l’ormai cronica carenza che anno dopo anno ha portato la sanità al collasso.
            È questo uno dei problemi che da tempo divide in due l’Italia e che la pandemia ha aggravato.

Se da un lato la mobilità volontaria ha rappresentato una vittoria per i dipendenti, dall’altro potrebbe rappresentare l’occasione lavorativa della vita  per gli OSS attualmente idonei nella gradutoria del concorso del Cardarelli che attraverso uno scorrimento potrebbero occupare i posti lasciati vacanti dal personale in uscita.

Chiediamo dunque a gran voce un ulteriore SCORRIMENTO DELLA GRADUATORIA in essere.

Allegato

La Redazione InfoNurse

#OSSnwes24 - OSS - operatore socio sanitario

Clicca MI PIACE sulla nostra pagina:
https://www.facebook.com/OSSnews24


"Seguici sul canale OSSnews24":



Redazione OSSnews24

Operatore Socio Sanitario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.